Ritorno alla natura

Sposari Home > Racconti > Ritorno alla natura

È vero, le città si muovono, le aree urbane crescono e con esse anche le esigenze di contenere la maggiore vulnerabilità dettata dalla perdita di habitat naturali.

Tutto ciò, però, non ha impedito allo staff di Sposari Home, d’immaginare prima, e realizzare poi, un appartamento – proprio nel cuore della città – capace di ricreare le atmosfere bucoliche tipiche della natura, con il proposito di restituire quel senso di uniformità e ordine che mancava al progetto, prima dell’intervento dell’architetto Paola Sposari.

Insomma, questo concept non è altro che un improvviso tuffo nel verde (anche se compiuto grazie a uno stratagemma decorativo), in grado di regalare una nuova esperienza sensoriale.

In origine questo bilocale, era costituito da un corridoio molto lungo e stretto. Un’impostazione, per semplificare, molto anni ’70. L’appartamento è stato completamente sventrato e gli spazi totalmente ripensati. Soprattutto l’ingresso assume un nuovo ruolo, meno anonimo, e introduce elegantemente alla zona open space living-cucina.

Se a terra corre un gres porcellanato effetto parquet (Emilceramica), il mood dei colori privilegia quello delle terre (sabbia, burro e fango), proprio per riprendere il tema principale della casa (la natura).

La cucina è stata gestita come un living, senza la presenza di maniglie, ma con gole orizzontali e doppi pensili per sfruttare al massimo gli spazi. Particolari e funzionali risultano le piccole colonne (pensate con una profondità inferiore), da utilizzare come spazi dispensa oppure a mini guardaroba.

Il divano artigianale, confortevole e pratico, si accoppia a un pouf utilizzabile anche come virtuale chaise longue. La penisola snack, sostenuta da una gamba in vetro temperato, è arredata con 4 sgabelli delle stesse tonalità individuate per la casa.

Alcune pareti, in idropittura, sono caratterizzate da colori in continuità col progetto. Altre, invece, sono state trattate con un rasante cementizio, allo scopo di renderne materica la superficie.

Tuttavia, a giocare un ruolo decisivo nel progetto di sono la parte più intima della casa e la zona notte. L’antibagno è caratterizzato dalla presenza di un gradino con un bagno, quindi, leggermente più alto. Si tratta di una soluzione obbligata per migliorare gli scarichi.

Per evitare inutili ingombri, Sposari Home ha optato per una porta rasomuro, dipinta con lo stesso colore delle pareti, mentre la porta della camera da letto (in vetro trasparente grigio) è stata preferita a tutta altezza (2,40 metri), così da garantire un maggior senso di profondità.

Il bagno, come anticipato, spicca per eleganza e funzionalità. I rivestimenti a tutta altezza dell’importante doccia sono firmati da Marazzi. Grazie ai grandi formati delle lastre (effetto marmo lucido), dal tono grigio-fango con venature chiare, l’impatto estetico amplifica la sua portata. Qui, un altro espediente progettuale ha permesso di avere due accessi nella doccia: uno direttamente dalla camera da letto, e un altro dall’ingresso bagno.

La parte dedicata al box doccia, vede un doppio ingresso scorrevole in vetro trasparente bronzo (lato bagno), mentre la porta che chiude il secondo accesso alla doccia è in vetro temperato in finitura specchio-bronzo. Il resto del locale non è stato piastrellato ma pensato per uno smalto satinato, più leggero e meno aggressivo.

Il tema della natura viene impresso, senza esitazioni, nella sleeping space, in totale copertura della parete su cui appoggia il letto. La zona notte, infatti, sembra ricavata all’interno di un bosco, spazio in cui spicca la carta da parati Adriani & Rossi che concorre a regalare un’artificiale profondità all’ambiente. Nello stesso locale, vestito con tende a rullo, è stata ricavata (fronte letto) anche una postazione adibita a smart working.

Altre note importanti: l’arredo dell’appartamento è interamente di produzione artigianale italiana. I serramenti sono in pvc a doppi vetri, con cassonetti coibentati.

Il risultato finale rispecchia l’idea “primigenia” del progetto: accedere a una casa funzionale che regalasse freschezza, senso di libertà, spazio e profondità. Una scelta stilistica impreziosita anche dalla combinazione di ferro e vetro, intuizione capace di trasformare questo nido in un piacevole rifugio nel verde…in città.

Vai al progetto